AZZERATI TUTTI I COSTI DEI "DIRITTI DI SEGRETERIA" PER I CITTADINI DI TOMBOLO ED ONARA ...

Image AZZERATI TUTTI I COSTI DEI "DIRITTI DI SEGRETERIA" PER I CITTADINI DI TOMBOLO ED ONARA ...

Rilascio gratuito di tutti i documenti d'anagrafe.

il Sindaco di Tombolo - Franco Zorzo
Zoom
il Sindaco di Tombolo - Franco Zorzo

Su proposta del Sindaco Franco Zorzo la Giunta Municipale ha deliberato la "Soppressione dei diritti di segreteria da esigere da parte dell'Ufficio Servizi Demografici (art. 2, comma 15, L. 15.05.1997, n. 127) articolati in diritti fissi diritti di segreteria e bolli.  diritti fissi per il rilascio di carta d’identità pari a 5,16 euro, duplicato della carta d’identità pari a 10,33 euro ed i diritti di segreteria pari ai 0,26 euro per il rilascio della carta d’identità, duplicato, certificati anagrafici, dichiarazioni sostitutive di notorietà, di certificazione, di autenticazioni di firme e di copie, di nulla osta e di stati di famiglia sono stati a Tombolo tutti soppressi. I cittadini potranno godere quindi di una totale gratuità nell’erogazione di tutte le  documentazioni, certificazioni ed attestati d'anagrafe. Inoltre, anche il costo di 0,52 euro per il rilascio in carta da bollo di tutti gli atti, i 2,58 euro per il rilascio in carta semplice di certificati ed attestati redatti a mano, con ricerca d’archivio, anche con la determinazione dell’albero genealogico, per ogni singolo nominativo contenuto in atti, nonché i 5.16 euro per il rilascio in carta di bollo dei predetti atti, sono stati tutti soppressi dalla Giunta Comunale, prevedendo anche per essi la totale gratuità per i cittadini.

La legge statale prevede però che quota parte di questi diritti debbano andare obbligatoriamente allo Stato, per cui sarà il Comune di Tombolo, a versare allo Stato quanto dovuto dai cittadini. 

“E’ un altro esempio di sburocratizzazione e di semplificazione nonché di eliminazione di balzelli che creano una barriera tra lo Stato ed il cittadino - interviene il Sindaco di Tombolo Franco Zorzo. Lo Stato impone ad un cittadino di avere un documento d’identità, quindi ritengo che dovrebbe essere lo Stato a fornirlo senza chiedere alcun balzello. Già dal mio insediamento in Municipio, ho delegato l’ufficio servizi demografici, più comunemente denominato “anagrafe”, a rilasciare immediatamente la carta d’identità, firmando loro stessi il documento su delega del Sindaco, mentre nel passato i cittadini dovevano tornare in Municipio un altro giorno, quando il Sindaco era assente, per ritirare il documento firmato dallo stesso. Tutto è stato notevolmente semplificato, anche se io sono presente tutti i giorni.”

"Oggi, con questa ennesima importante decisione, la richiesta di carta d’identità o documenti d’anagrafe non comporterà alcun costo per i cittadini. Io sono dell’opinione - continua Zorzo - che lo Stato dovrebbe eliminare tutti questi balzelli e chiedere al cittadino un’unica tassa omnicomprensiva, con la quale far funzionare e garantire tutti i servizi essenziali. Ora invece si è inondati di balzelli e di provvedimenti fiscali con scadenze diverse creando un caos tipicamente italiano! La semplificazione dei servizi, la sburocratizzazione degli atti è oramai a Tombolo quasi completata, dopo 10 anni di interventi e semplificazione adottate durante i miei due mandati. Purtroppo, non possiamo intervenire su altre materie di competenza dello Stato, ma laddove ciò sia sopportabile, come in questo ennesimo caso, lo abbiamo fatto, assumendoci noi come Amministrazione Comunale e come Comune i costi fissi ed obbligatori che erano a carico dei cittadini.